Leonetti e Gallucci autobus nocera castel san giorgio fisciano nocera roma noleggio ed autolinee collegamenti con roma e per aeroporto di ciampino ed aeroporto di fiumicino

Porto di Brindisi
Offerte Gruppi condizioni viaggio Carta dei Servizi

Leonetti e Gallucci  

Leonetti e Gallucci

 Home

 

  

Previsioni meteo

venti e mare

Napoli Atene

 

Leonetti e Gallucci ↔ Express Bus

 

Leonetti e Gallucci ↔ Olido olio extravergine di oliva greco

Leonetti e Gallucci

 

 

Navi nel porto di Brindisi in tempo reale

Brindisi

Brindisi è un comune di 328,29 km2 con 94.820 abitanti capoluogo della Regione Puglia. La città è situata a 13 m s.m. su un piccolo promontorio fra due bracci di mare (Seno di Levante e Seno di Ponente), che comunicano con il Mar Adriatico mediante il canale Pigonati.

Sul suo porto Brindisi basò sin dall'antichità le sue fortune, di cui la posizione geografica nè faceva lo scalo naturale verso l'Oriente .

Dopo la conquista romana la città acquistò importanza. Collegata direttamente con Roma mediante la via Appia, divenne il principale porto romano verso l'Oriente, svolgendo un ruolo di primo piano sia come centro commerciale, sia come base militare e declinò di importanza con la caduta dell'impero romano.

Ebbe poi una certa prosperità con i crociati, che da qui s'imbarcavano per la Terra Santa; Federico II di Svevia fece ricostruire le mura romane e innalzare il castello a difesa del Seno di Ponente ; gli Angioini, prosecutori della politica sveva mirante al potenziamento del porto, vollero erigere l'arsenale, ma gli Aragonesi alla metà del sec. XV, per meglio difendere la città dai Turchi, fecero ostruire il canale navigabile e per tre secoli la vita marittima, e con essa l'intera vita economica della città, venne a mancare. Nel 1775 Andrea Pigonati riattivò il canale, che ancor oggi porta il suo nome, ma in effetti il porto riprese la sua attività di scalo verso il Levante solo dopo il 1869, quando l'apertura del canale di Suez fece di Brindisi una tappa pressoché obbligata della famosa “Valigia delle Indie”; più tardi il porto fu attrezzato come base militare.

La vera ricchezza di Brindisi resta il porto: l'80% delle merci in entrata è destinata all'industria petrolchimica locale, mentre il movimento passeggeri è soprattutto di transito da e per la Grecia e l'Albania.

 

Immagini del Porto di Brindisi

   

 

Scarica (formato PDF):  1-Informativa sulla Privacy   2-Carta dei Servizi

Inviare a  leonettibus@gmail.com  un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web.
Up to date:09/12/2017

For questions or remark you send leonettibus@gmail.com electronic mail on this Web site.