Jingle Bells, la canzone più cantata a Natale… non parla del Natale! Il vero significato del testo

È la canzone simbolo del Natale, ma del Natale non parla affatto. Ecco qual è il vero significato della celeberrima Jingle Bells.

Ogni anno, all’approssimarsi dell’Avvento e delle festività natalizie, immancabilmente radio e altoparlanti diffondono Jingle Bells. Tutti la considerano la canzone di Natale per eccellenza. Peccato solo che non sia per nulla una canzone di Natale.

Jingle Bells non parla del Natale
Lo sapevi che Jingle Bells non parla per nulla del Natale? – ttiviaggi.it

Una verità dura da mandare giù, per alcuni potrebbe anche essere uno shock culturale. Ma c’è poco da fare. Se risaliamo alle origini di questa canzone la conclusione appare obbligata. Jingle Bells, piaccia o meno, col Natale non c’entra nulla.

Ma come, direte voi: Jingle Bells non parla di campanelle che suonano e di una slitta trainata da un cavallo che sfreccia sulla neve mettendo tanta allegria per le strade? Verissimo, ma il problema è che non parla di Natale.

Jingle Bells, ecco perché non parla del Natale

Per scoprire quale sia il significato di Jingle Bells bisogna risalire al lontano 1857, anno in cui il britannico James Lord Pierpont scrive un brano chiamato The One-Horse Open Sleigh, “La slitta trainata da un cavallo”, poi divenuta nota con le parole iniziali della canzone: Jingle Bells, appunto.

Jingle Bells ecco perché non è una canzone natalizia
Durante le feste la cantiamo tutti, ma Jingle Bells originariamente non è stata scritta per il Natale – ttiviaggi.it

Rispetto alla canzone che oggi conosciamo come una delle più rappresentative del Natale il brano originario aveva più strofe e qualche leggera differenza nel testo. Ma col Natale non aveva nulla a che fare, anzi. La canzone infatti si limita a raccontare uno spensierato giro su una slitta trainata da un solo cavallo. Ma di riferimenti al Natale, a partire dalla nascita di Gesù Bambino (che sarebbe il cuore del Natale e la sola ragione per festeggiarlo, visto che natalis viene da natus, cioè “nato”), neanche l’ombra. Tanto più che era stata pubblicata a inizio autunno.

Dunque ci sono pochi dubbi: il suo creatore non intendeva associare Jingle Bells al Natale. Tanto è vero che Pierpont non ha mai goduto della fama guadagnata da Jingle Bells. Il successo per la sua canzone sarebbe arrivato solo quasi un secolo dopo. In gran parte per merito della versione del brano data da Bing Crosby e dalle Andrews Sisters, spesso riprodotte sui fonografi.

A far diventare Jingle Bells la canzone simbolo del Natale fu forse il fatto che la  versione di Bing Crosby venne registrata proprio durante il simbolo natalizio, oltre al fatto che la melodia del celebre ritornello ricorda inevitabilmente i campanelli della slitta di Babbo Natale e la neve. Insomma, Jingle Bells evoca l’atmosfera del Natale, ma non parla del Natale. Ma ormai nella memoria e nel cuore di tutti ormai è associata indissolubilmente al periodo delle festività natalizie.

Impostazioni privacy