Non è un dipinto: questo bosco incantato esiste davvero, cela una storia incredibile

Si trova nel Lazio ed è così bello che sembra dipinto: un bosco ricco di flora e fauna che non potete perdere

gufo nel bosco
gufo nel bosco – ttiviaggi.it

Sembra impossibile che certe bellezze naturali siano reali e invece è proprio così: questo parco si trova in Italia ed è una meta che va assolutamente visitata

Un paradiso da esplorare

Viterbo, con il suo affascinante centro storico, cela un tesoro naturale che non potete assolutamente perdervi. Stiamo parlando del Bosco del Sasseto, situato ad Acquapendente. Questa foresta incantata è un luogo talmente suggestivo che molte persone faticano a credere che sia reale.

Una volta varcato il suo ingresso, vi troverete avvolti dalla natura, circondati da alberi secolari, fiori colorati, prati verdissimi e monumenti storici. Tutto questo è stato reso organizzato e accessibile grazie all’intervento del marchese Edoardo Cahen, i cui lavori iniziarono alla fine del XIX secolo. Oltre a creare sentieri, il marchese dotò anche l’area di fonti di acqua potabile.

Nel cuore del bosco si erge ancora oggi un magnifico mausoleo in stile neogotico, a testimonianza dell’amore e dell’impegno dedicati a questo luogo. Penso sia proprio questo sepolcro a dargli un tocco ancora più surreale e a rendere l’atmosfera davvero magica.

bosco
bosco – ttiviaggi.it

Un’oasi Naturale Straordinaria

La flora e la fauna trovano il loro sfogo più grande in questo bosco. Tra le diverse specie arboree presenti, alcune sono davvero uniche e degne di nota. La presenza di imponenti pietre laviche, testimoni di un antico vulcano, aggiungono un tocco suggestivo al paesaggio. È proprio grazie a questi massi che il bosco ha preso il nome.

L’area si estende su 3 chilometri ed è facilmente accessibile a tutti. Questo splendido bosco è stato utilizzato come location per le riprese di film famosi, come “Il Racconto dei racconti” di Matteo Garrone nel 2015 e come set per un cortometraggio della casa di moda Dior nel 2020. Se vi trovate nei dintorni di Viterbo e desiderate esplorare un luogo unico, vi consiglio di prenotare una visita. Naturalmente, è consigliabile contattare l’ente gestore per pianificare al meglio la vostra esperienza.

Inoltre, va sottolineato che il Bosco del Sasseto è riconosciuto come Monumento Naturale dalla Regione Lazio ed è stato dichiarato zona protetta dal comune di Acquapendente nel 2006. Attualmente, fa parte della rete regionale delle dimore storiche. Visitare questa meraviglia è possibile tutto l’anno tranne durante le festività di Natale e Capodanno. Il biglietto d’ingresso intero costa di circa 10 euro, mentre 6 euro sono per il biglietto ridotto.

 

Impostazioni privacy