Come ho organizzato il mio viaggio al Polo Nord: è stata un’esperienza indimenticabile

Organizzare un viaggio nel grande nord durante l’inverno potrebbe non essere così semplice: nessun problema però, ti aiuto io 

strada ghiacciata
strada ghiacciata – ttiviaggi.it

Sono una grande amante dell’inverno e della neve. Per questo motivo, le mie mete ideali non sono al caldo, ma scelgo spessoe posti al freddo. Vedere le montagne, i fiordi o le foreste di abeti totalmente innevate, mi riempie di pace e di calma. Oltre a questo, amo lo stile di vita scandinavo e finlandese. Ecco quindi i miei consigli per organizzare un viaggio nell’estremo nord.

Vado in aereo o con la mia macchina?

Partire d’inverno può essere abbastanza difficile, sopratutto se vogliamo viaggiare con la nostra macchina o il nostro van o camper. Le temperature in Finlandia, Norvegia e Svezia, sopratutto se vogliamo raggiungere la Lapponia, possono raggiungere anche i -40 gradi durante l’inverno, come è successo quest’anno. Fare un viaggio con il nostro mezzo personale, per viaggiare con i nostri amici a 4 zampe ad esempio, può essere molto dispendioso, oltre che rischioso.

È necessario infatti apportare delle modifiche alla macchina: io ho dovuto fare un lavoro per poter collegare la mia macchina alla corrente. Il problema delle macchine con le temperature basse, è che il motore potrebbe avere problemi a ripartire, sopratutto se la macchina sta ferma per tutta la notte. Per questo motivo, i nordici, hanno creato questo sistema di riscaldamento dell’olio motore, semplicemente connettendo la nostra macchina ad una presa esterna alla casa. Per fare questo lavoro dal meccanico, se ne vanno almeno 500 euro.

Pesca sul ghiaccio
Pesca sul ghiaccio – ttiviaggi.it

Per non parlare poi delle gomme: non è infatti possibile circolare con le catene e nemmeno con le ruote termiche. Vi assicuro che per quanto buone siano, non avranno mai abbastanza grip per poter rimanere ben salde al terreno. Le strade, essendo totalmente gelate, consentono il passaggio alle gomme chiodate. Ma state bene attenti, non possiamo guidarci in Italia e Germania, perciò dovremmo metterle appena arrivati nella prima città scandinava o finlandese che incontriamo.

Neanche questa spesa sarà economica… e poi cosa fate con le vecchie gomme, dove le mettete? Quindi il mio consiglio è che, a meno che non vogliate passare una buona parte della vostra vita in questi luoghi, andate in aereo e noleggiate lì una macchina.

La notte polare

Passiamo alla seconda questione: ma è sempre buio in questi posti, perché ci vai? La risposta è che non è affatto vero. Da novembre a febbraio, le ore di luce sono poche è vero, solamente 3 ore per tutto dicembre, ma ci sono molte attività che possiamo fare. Non dimentichiamo inoltre, che se abbiamo molti mesi di buio, avremo poi anche molti mesi di luce durante l’estate con il fenomeno del sole di mezzanotte.

Norvegia ad aprile
Norvegia ad aprile – ttiviaggi.it

Durante la notte polare, il sole arriva all’orizzonte per poi scendere nuovamente e si va a creare così una situazione di alba/tramonto verso l’una di pomeriggio, in cui il cielo, se non sta nevicando, è colorato di fuxia, rosa e arancione. Le attività che vi consiglio di fare durante l’inverno sono: sci di fondo, ciaspolate nelle foreste, pattinare sui laghi ghiacciati, fare i safari con gli husky o le renne, guidare una motoslitta, pescare in un lago ghiacciato e ovviamente andare alla ricerca dell’aurora boreale.

Un’ulteriore cosa che dovete assolutamente fare, per riprendervi dalle temperature estreme, è la sauna. In Finlandia soprattutto ce ne sono ovunque, sia pubbliche che private. Spero che questi consigli vi siano utili, di certo sono i primi da tenere in considerazione per organizzare un viaggio nel grande nord.

Leggi anche: https://www.ttiviaggi.it/2024/02/articolo/quanto-costa-andare-dallitalia-alla-lapponia-finlandese-in-macchina-ecco-la-mia-esperienza/5389/

Impostazioni privacy