Dal Sud America è arrivata in Italia: la specie aliena è pronta a fare danni

Sono state scoperte 88 colonie stabili di formiche di fuoco. Ora, a causa del cambiamento climatico, si espanderà in tutta Europa.

formica
formica – ttiviaggi.it

È passato poco tempo dalla pubblicazione del rapporto delle Nazioni Unite che metteva in luce l’impatto, anche economico, delle specie aliene, con danni stimati a circa 400 miliardi di dollari, e una nuova specie, dopo l’ormai famoso granchio blu, ha iniziato a far parlare di sé: la formica di fuoco.

La formica di fuoco

L’invasione della formica di fuoco, Solenopsis Invicta, una specie così piccola ma così dannosa, è in corso. Originaria del Sud America, si è ora insediata anche in Italia. La conferma dell’invasione proviene da uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Current Biology. La ricerca, condotta dall’Istituto spagnolo di biologia evoluzionistica con la collaborazione delle Università di Parma e Catania, ha documentato la presenza di 88 nidi estesi su 4,7 ettari vicino a Siracusa, in Sicilia.

La sua rapida diffusione è favorita dal particolare comportamento riproduttivo, ovvero una danza nuziale di accoppiamento. Durante il periodo riproduttivo, le nuove regine e i fuchi, i maschi, sono provvisti di ali. Le regine alate e i maschi della formica si alzano in volo fino a 250 metri di altezza. La regina, una volta accoppiata con uno o più maschi, perde le ali e inizia a creare il suo nido; una fine meno felice per il maschio che muore in pochi giorni, indipendentemente dal fatto che si sia accoppiato o meno.

Considerata una delle specie invasive più dannose, minaccia la biodiversità, l’economia e la salute umana. Solenopsis invicta è nota per scacciare le formiche endemiche e altri animali selvatici. Attacca e uccide insetti e piccoli vertebrati, infligge morsi e punture dolorose anche all’uomo e infesta case e parchi. Inoltre, i suoi nidi possono danneggiare le radici delle piante causando la perdita dei raccolti e interferire con le coltivazioni meccanizzate.

colonia di formiche
colonia di formiche – ttiviaggi.it

L’arrivo in Italia e in Europa

La presenza della formica di fuoco potrebbe risalire a diversi anni fa in Sicilia. I residenti hanno infatti segnalato la presenza di queste formiche e di essere stati punti già nel 2019. Queste testimonianze sono in linea con l’ampia diffusione registrata di Solenopsis e il grande numero di nidi.

Come la specie sia arrivata nella zona non è ancora del tutto chiaro, poiché non c’erano progetti paesaggistici con grandi movimenti di terra o vegetazione nell’area. Probabilmente, l’area di Siracusa non è il punto di arrivo della specie né l’unico luogo in cui è presente. Il porto mercantile di Augusta nelle vicinanze sembra essere il luogo più probabile di arrivo della specie.

In Europa, la formica di fuoco è già stata segnalata in Spagna, Finlandia e Paesi Bassi negli anni passati, ma mai in colonie selvatiche come in questo caso. La sua diffusione avviene principalmente tramite il trasporto di piante e suolo via mare.

Leggi anche: https://www.ttiviaggi.it/2024/01/articolo/unisola-che-sembra-aliena-atterra-solo-un-aereo-a-settimana-e-pochissime-persone-riescono-a-visitarla/3993/

Impostazioni privacy