In pochi vogliono prendere questo mezzo di trasporto: costa decisamente troppo

Sappiamo che prendere un aereo sia poco sostenibile, ma se prendere il treno non lo fosse affatto per le nostre tasche?

Mezzo di trasporto troppo costoso
Mezzo di trasporto troppo costoso – Ttiviaggi.it

Le compagnie aeree low-cost hanno dei prezzi così competitivi, che difficilmente vengono battuti dai treni. È per questo infatti, che sopratutto molti giovani, cercando di contenere i prezzi, prendono l’aereo anche per poche ore di tragitto. Preferiscono perdere più tempo, arrivare prima in aeroporto e fare i controlli, piuttosto che pagare una cifra esagerata per un viaggio di 90 minuti in treno.

Ecco cosa succede nel treno Parigi-Londra

Che i prezzi di qualsiasi cosa stiano aumentando, ne siamo purtroppo tutti ben consapevoli. In questo caso, il focus è sulla linea Parigi-Londra, collegata dall’Eurotunnel da ormai 30. La linea che attraversa lo stretto della Manica è l’Eurostar e con gli anni è diventata sempre meno accessibile, sopratutto per i giovani.

Mi è capitato spessissimo di trovare voli anche a 30 euro andata e ritorno, senza il bagaglio incluso, ma con un solo zainetto. E quindi, perché dovrei pagare fino a  per prendere un treno che dura 90 minuti? Dobbiamo purtroppo farci due conti in tasca e se le nostre finanze non rispettano gli standard di certi mezzi, siamo costretti a prendere anche il mezzo che inquina di più. Non è una scelta, siamo obbligati.

Le alternative non sono molte: o non ci spostiamo più, e rimaniamo fissi in un posto, ma non siamo alberi con le radici, oppure i nostri stipendi dovrebbero subire un cambiamento in positivo. In questo modo sono sicura che faremo tutti la scelta migliore e più sostenibile. Solo se prenotato con mesi di anticipo, riusciamo a pagare 110 euro per un biglietto del treno, ma personalmente mi sembrano sempre molti.

Eurostar
Eurostar – ttiviaggi.it

Le osservazioni di Eurostar

Dopo un’intervista mediata da France Press con Eurostar, è stato sottolineato soltanto il fatto che i due mezzi di trasporto non debbano essere paragonati. Non hanno espresso nessun giudizio sul rincaro dei biglietti, ma si sono difesi dicendo che viaggiare con loro non comporta costi extra di bagagli e che i bambini con meno di 4 viaggiano gratis, al contrario delle compagnie aeree low-cost.

Nonostante i prezzi vertiginosi di Eurostar, si stima che sono solo 2 i milioni di passeggeri che hanno preso l’aereo, rispetto ai 7 milioni che hanno scelto il treno. Per cercare di ammortizzare i costi, dichiara François le Doze, la loro intenzione sarebbe quella di aggiungere posti a sedere. Ma tutti i problemi che la Brexit si porta con se, non permettono questa mossa.

Ovviamente anche Greenpeace ha dovuto dire la sua, criticando le mosse dei governi che hanno permesso di poter avere prezzi imbattibili su mezzi di trasporto per niente sostenibili.

Impostazioni privacy