La meta più scelta dagli italiani per il ponte di Pasqua 2024 è lei: un paradiso inaspettato

La destinazione privilegiata dagli italiani per il ponte di Pasqua 2024 è proprio lei: un paradiso inaspettato che si presenta come l’irresistibile scenario per un’esperienza indimenticabile.

Meta per il ponte di Pasqua
Meta per il ponte di Pasqua

Manca poco più di un mese, ma gli italiani hanno già pianificato con entusiasmo le loro vacanze pasquali, optando principalmente per viaggi a lunga distanza durante il ponte di fine marzo. Questo anticipato slancio verso il turismo del 2024 si manifesta con una crescita a doppia cifra delle prenotazioni nelle prime cinque settimane dell’anno. Un contributo significativo proviene dalle prenotazioni anticipate, con molti viaggiatori che hanno preso decisioni già nell’ultimo bimestre del 2023.

La meta più scelta per il ponte di Pasqua

Le mete predilette per la Pasqua 2024 dagli italiani sono varie e affascinanti, spaziando da destinazioni esotiche a quelle più consolidate. Tra le scelte più gettonate figurano Stati Uniti, Cina, Giappone, Vietnam, Emirati Arabi, Tanzania, Sudafrica, Australia e Caraibi. Queste preferenze indicano una tendenza positiva, soprattutto tra i più giovani, nonostante il non favorevole cambio euro-dollaro.

I tour operator confermano questo trend positivo. Secondo Domenico Pellegrino, CEO di Gruppo Bluvacanze, le vendite del network vedono gli Stati Uniti in testa con il 16% delle preferenze, seguiti dal Giappone con l’11%, e l’Egitto, compreso il Mar Rosso, al 9%, insieme alle Maldive all’8-9%, oltre alle crociere, una vacanza in continua crescita.

Panorama Australia
Australia

Anche Marco Peci, direttore commerciale di Quality Group, sottolinea l’entusiasmo per viaggiare nonostante le crisi geopolitiche, con richieste significative per mete come Messico, Sudafrica, India. Giappone e Vietnam.

Mete emergenti e la caccia all’esperienza unica

Oltre alle mete più consolidate, gli italiani considerano anche destinazioni più “emergenti” ma sempre a lungo raggio. Il desiderio di “viaggiare lontano” e vivere esperienze uniche è evidente nella crescente popolarità di luoghi come Capo Verde, Canarie e l’East Africa, secondo Alessandro Seghi, direttore commerciale Tour Operating Alpitour World.

Capo Verde, in particolare, è una delle località più apprezzate dai vacanzieri, con un aumento del 30% nelle prenotazioni, insieme alle Canarie con un +25%. Le destinazioni di lungo raggio, soprattutto caraibiche e dell’Oceano Indiano, registrano un aumento del 28% rispetto al 2023.

Le prenotazioni per viaggi culturali ed etici sono in aumento del 38%, con una forte domanda per destinazioni come Giappone, Algeria, Egitto e Uzbekistan, come confermato dall’ad della società Kel 12, Gianluca Rubino. Anche le crociere sono in aumento, presentandosi come un’alternativa ai resort, come sottolineato dal Vice President Southern Europe Msc Crociere, Alessandro Massa.

Per la Pasqua, si prevedono circa 110.000 passeggeri dall’Italia, con un aumento del 10% rispetto all’anno precedente, e le mete preferite includono non solo il Mediterraneo, ma anche il l’Islanda, la Groenlandia, gli Emirati e il Nord Europa. L’entusiasmo per esplorare nuove destinazioni, combinato con la crescente ricerca di esperienze autentiche, promette di rendere la Pasqua del 2024 un periodo memorabile per gli amanti dei viaggi.

Impostazioni privacy