Smartphone rubato: quello che devi fare immediatamente per proteggere i tuoi dati

Smartphone rubato? Ecco cosa possiamo fare se ci accorgiamo che qualcuno ha messo le mani sul nostro cellulare. 

Cellulare rubato
Cellulare rubato – Ttiviaggi.it

I nostri smartphone sono diventati come piccole cassette dei tesori che racchiudono una parte importante delle nostre vite. Al loro interno non troviamo solo foto e video che ci ricordano momenti speciali, ma anche la lista dei nostri contatti personali e lavorativi, così come le informazioni sensibili per accedere ai nostri account e alle varie app che utilizziamo, sia social che di altro tipo.

Smartphone rubato, come agire tempestivamente

Con i nostri smartphone non solo comunichiamo, ma guardiamo film, ascoltiamo musica, leggiamo libri e documenti. È difficile dire se sia peggio perdere il portafoglio con tutti i documenti o il nostro smartphone. Considerando il costo per sostituire il telefono e le informazioni preziose contenute al suo interno, sembra chiaro quale dei due ci causerebbe più problemi. Perdere il cellulare oggi è davvero un disastro.

Il furto di uno smartphone è un’attività che sembra non conoscere crisi, e i ladri non perdono occasione per migliorare le loro tecniche di furto. Ecco cosa possiamo fare immediatamente per rendere difficile la vita ai ladri nel caso in cui ci troviamo nella sfortunata situazione di aver perso il nostro telefono. Se il danno è già stato fatto, possiamo almeno cercare di limitarlo.  Oltre all’applicazione “Dov’è”, che consente di localizzare il telefono sulla mappa e di bloccarlo o ripristinarlo da remoto, esiste la funzione “Protezione per dispositivi rubati” sugli iPhone, che rappresenta un ulteriore strumento di sicurezza per proteggere i nostri dati nel caso in cui il telefono cada nelle mani di uno sconosciuto.

Proteggere lo smartphone
Proteggere lo smartphone

Una volta attivata questa funzione, sarà necessario superare specifiche procedure di sicurezza per effettuare operazioni come modificare le password o accedere ai dati sensibili. Queste operazioni richiederanno l’autenticazione biometrica tramite Face ID o Touch ID. Inoltre, per completare determinate operazioni, come la modifica della password dell’ID Apple, sarà necessario attendere un’ora prima di eseguire una seconda autenticazione biometrica.

Le soluzioni

Altre soluzioni antifurto sono disponibili anche per gli utenti di Android e Samsung. Gli utenti di Android possono utilizzare la funzione “Trova il mio dispositivo” di Google, che consente di tracciare, bloccare o formattare il telefono da remoto.

Samsung offre inoltre la funzione “Trova dispositivo personale”, che consente di eseguire un backup remoto, prolungare la durata della batteria attivando la modalità risparmio energetico e recuperare la lista delle chiamate e dei messaggi recenti. Naturalmente, in caso di smarrimento o furto del telefono, è consigliabile contattare immediatamente il servizio clienti del proprio operatore telefonico e le autorità competenti.

Impostazioni privacy