Il borgo italiano che conoscono in pochi, è un gioiello prezioso: da visitare in famiglia

Il borgo italiano che conoscono in pochi, è un gioiello prezioso che vale assolutamente la pena visitare in famiglia, magari cogliendo l’opportunità di esplorare ogni sua stretta viuzza e scoprire i suoi segreti nascosti.

Borgo italiano che conoscono in pochi
Borgo italiano che conoscono in pochi

Nel quindicesimo secolo, tra le zone del Basso e dell’Alto Monferrato, c’era una strada commerciale molto importante che permetteva lo scambio di beni tra la Liguria (come pesce, olio e sale) e il Monferrato (riso, grano e formaggi). Questa zona era chiamata “franca”, il che significava che non c’erano dazi doganali per i beni che vi transitavano, e attraversava un territorio che già allora era straordinariamente bello.

Oggi, quella strada commerciale non è più in uso, ma è stata trasformata in un bellissimo sentiero per escursioni chiamato Strada Franca del Monferrato. Questo sentiero è così importante che è stato incluso nella lista dei “Luoghi del Cuore” del Fondo Ambiente Italiano (FAI).

Borgo italiano che conoscono in pochi

La Strada Franca del Monferrato è stata creata da dieci affascinanti comuni che facevano parte di quella strada importante nel passato: Bergamasco, Altavilla Monferrato, Fubine Monferrato, Felizzano, Quattordio, Masio, Oviglio, Carentino, Cassine e Gamalero. Questi comuni si sono uniti per promuovere la riscoperta di questo magnifico sentiero escursionistico e turistico lungo 55 km, che può essere percorso a piedi, in bicicletta, con e-bike, a cavallo o in moto.

È un’opportunità ideale per praticare il turismo lento e contemplativo, permettendo ai visitatori di immergersi nella cultura, nella natura e nell’enogastronomia.

Monferrato
Monferrato

Dal marzo del 2023, la Strada Franca del Monferrato è completamente percorribile in entrambe le direzioni, grazie a segnalazioni chiare in bianco e rosso e a cartelli con la scritta SFM. Di recente è stato aggiunto un nuovo tratto che collega Acqui Terme a Cassine, e una quarta e quinta tappa che vanno da Altavilla Monferrato a Camino, oltre a una tappa finale che collega Morano sul Po a Casale Monferrato, lungo le rive del fiume più lungo e importante d’Italia.

Fermate lungo il percorso

Ci sono molte fermate interessanti lungo la Strada Franca del Monferrato. Ad esempio, Bergamasco, nella provincia di Alessandria, è immersa in colline verdeggianti e ha meno di mille abitanti.

Anche Oviglio, sempre nella provincia di Alessandria, ha origini antiche confermate da recenti scavi archeologici che hanno riportato alla luce reperti dell’età del bronzo. Luoghi di interesse includono il maestoso castello medievale, oggi sede di matrimoni e un ristorante da non perdere, e la splendida Chiesa Parrocchiale dei Santi Felice e Agata, uno dei gioielli architettonici più belli e interessanti della provincia.

Infine, ma merita di essere esplorato ogni comune di questo itinerario, c’è Cassine, la città natale di uno dei più grandi cantautori della musica italiana: Luigi Tenco. Luoghi di interesse includono la Chiesa di San Francesco con una facciata decorata in cotto e affreschi quattrocenteschi nel Palazzo Zoppi, tra cui “Il Gioco della Palma”.

Impostazioni privacy