Abbandona quest’abitudine alimentare, può farti ammalare: lo conferma questo studio

Abbandona immediatamente questa abitudine alimentare, poiché è stata dimostrato attraverso numerosi studi scientifici che continuare con essa può risultare dannoso per la tua salute.

Abitudini alimentari
Abitudini alimentari – Ttiviaggi.it

È ampiamente riconosciuto che il cibo svolga un ruolo fondamentale nella nostra salute e nel prevenire varie malattie. Questa consapevolezza è stata ribadita dai medici nel corso degli anni. La nostra dieta non influisce solo sul nostro peso e sulle malattie metaboliche, ma può anche influenzare il rischio di sviluppare condizioni più serie, come il cancro.

La relazione tra dieta e salute è stata oggetto di numerosi studi scientifici che hanno evidenziato i legami tra specifici alimenti e il rischio di malattie. Ad esempio, un’elevata assunzione di grassi saturi è associata ad un aumentato rischio di malattie cardiache, mentre una dieta ricca di frutta e verdura è stata correlata a un minor rischio di sviluppare alcuni tipi di cancro.

Abbandona quest’abitudine alimentare

Il vecchio detto “siamo quello che mangiamo” riflette la verità che il cibo che scegliamo di consumare può avere un impatto significativo sulla nostra salute. Le nostre abitudini alimentari, spesso radicate nelle tradizioni familiari, possono giocare un ruolo determinante nel plasmare il nostro stato di salute nel corso degli anni.

Molto spesso mangiamo senza riflettere troppo, portando semplicemente avanti tradizioni e abitudini familiari. Gli esperti raccomandano di abbandonare subito una certa abitudine a tavola. Si tratta, purtroppo, di un’abitudine molto comune e molto diffusa in Italia.

Pasto
Pasto – Ttiviaggi.it

Smettere di aggiungere sale: una scelta salutare

Uno degli errori più diffusi riguarda l’eccessivo consumo di sale. Molti di noi tendono ad aggiungere sale alle pietanze senza nemmeno assaggiarle, seguendo una consuetudine che può causare danni significativi alla nostra salute. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di limitare il consumo giornaliero di sale a 5 grammi, ma molte persone superano facilmente questa soglia.

Più ancora che dallo zucchero, la maggior parte delle persone è dipendente dal sale. Molti di noi aggiungono il sale a tutte le pietanze prima ancora di averle assaggiate. Questa pessima abitudine ci porta a sforare il limite massimo di sale che dovremmo consumare quotidianamente e che, secondo quanto indicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, corrisponde a 5 grammi.

Dunque non dovremmo superare i 5 grammi di sale al giorno ma se mangiamo carne, salumi, formaggi e in più aggiungiamo sale ad ogni piatto, superare tale soglia diventa praticamente una certezza. Un eccesso di sale può causare ipertensione che, a sua volta, può provocare infarti e ictus.

L’eccesso di sale è inoltre associato ad altre malattie, come obesità, osteoporosi e malattie renali. Non solo. Un recente studio ha dimostrato che consumare troppo sale può aumentare di oltre il 40% le probabilità di ammalarsi di cancro allo stomaco. Infatti elevate quantità di sale danneggiano la mucosa dello stomaco, rendendo l’organo più vulnerabile alla colonizzazione da parte dei batteri Helicobacter pylori responsabili dell’insorgenza di neoplasie nell’apparato digerente.

Impostazioni privacy