Crisi sanitaria per il caldo estremo, siamo solo a maggio: situazione grave in questo luogo

È già emergenza crisi sanitaria a causa del caldo estremo che sta colpendo alcune zone. La situazione è più grave di quanto ci si aspettasse.

Emergenza sanitaria
Emergenza sanitaria

Un’ondata di caldo intenso ha investito un paese specifico da diverse settimane, sollevando preoccupazioni per la salute pubblica a causa delle temperature estreme.

Il caldo estremo colpisce questi luoghi, preoccupazione tra gli esperti

Tra i Paesi più colpiti figurano la Thailandia, le Filippine, la Cambogia, il Bangladesh e il Laos. Il caldo intenso ha anche fatto sentire la sua presenza in altre parti dell’Asia, come nel caso del Giappone: dopo un aprile da record in termini di calore, maggio è iniziato con temperature ancora più elevate, con punte fino a 33,8°C a Kaga Nakatsuhara.

Le temperature hanno raggiunto i 44°C in alcune zone della Thailandia, mentre Bangkok ha registrato picchi di 40°C. L’indice di calore, che tiene conto dell’umidità e influisce sulla percezione del caldo, ha toccato martedì i 52°C, una cifra considerata estremamente pericolosa. Si stima che almeno 30 persone siano morte a causa di un colpo di calore dall’inizio dell’anno.

Secondo il Dipartimento meteorologico thailandese, le temperature massime del mese scorso hanno superato i record stabiliti nel lontano 1958. Nel distretto di Lampang si sono toccate temperature di circa 44,2°C, avvicinandosi al record nazionale di 44,6°C registrato nel 2016 e nel 2023. Le previsioni indicano che quest’estate potrebbe essere più calda del solito, con temperature medie superiori di 1°C o 2°C rispetto all’anno precedente.

Caldo estremo in Asia
Caldo estremo in Asia

La situazione ha provocato diverse conseguenze negative. In Thailandia, ad esempio, il clima estremo ha causato la rottura dei frutti di durian sugli alberi, danneggiato le coltivazioni di riso e ridotto la produzione di uova. Le autorità hanno dovuto chiudere le scuole nelle Filippine e in Bangladesh a causa delle condizioni insopportabili, mentre in tutta la regione sono stati emessi avvisi sanitari.

Gli altri luoghi colpiti

Anche l’India non è stata risparmiata: il Dipartimento meteorologico del paese ha dichiarato un “allarme rosso” per diversi Stati orientali e meridionali a causa delle temperature che hanno superato i 40-42 gradi. Il caldo intenso ha generato preoccupazioni per picchi pericolosi e persistenti. Il caldo estremo ha addirittura influenzato la sfera militare, con l’esplosione di munizioni in Cambogia che ha causato la morte di 20 soldati in una base militare lo scorso fine settimana. Questo evento, secondo alcune fonti, potrebbe essere stato causato dalle temperature estreme.

L’Asia si trova di fronte a una crisi di calore senza precedenti, che sta avendo un impatto significativo sulla salute, sull’agricoltura e persino sulla sicurezza militare. Le autorità locali e internazionali stanno lavorando per affrontare questa emergenza e mitigare i suoi effetti devastanti sulla regione.

Impostazioni privacy