Viaggiare in silenzio, il nuovo trend travel che fa impazzire i giovani

I giovani vogliono viaggiare in silenzio, e lasciare a casa i rumori: ecco come funziona il silent travel, l’ultimo trend in tema di viaggi.

Viaggiare in silenzio
Viaggiare in silenzio – Ttiviaggi.it

La società moderna sta vivendo un momento di crisi, perchè dopo tanto “rumore” e condivisione, oggi si sente la necessità di staccare la spina, di stare in silenzio e riconnettersi con ciò che è veramente importante. In quest’ottica, il silent travel si piazza in una posizione privilegiata per i giovani, che sempre più lo scelgono come filosofia di viaggio per le proprie vacanze.

Viaggiare in silenzio

Tra tutti gli effetti che la pandemia di Covid-19 ci ha lasciato, la consapevolezza che c’è bisogno di rallentare, di fermarsi e di ascoltare il proprio ritmo è forse uno dei più importanti. Infatti, da qualche anno l’intera popolazione mondiale sta vivendo un conflitto tra la vita frenetica a cui siamo abituati, e la nuova necessità di calma che sta nascendo. Viviamo in un’era digitale, e stare lontani da rumori, input e stimoli visivi è praticamente impossibile, ma questo genera una vera e propria ricerca del silenzio, soprattutto nei giovani.

La ripercussione di questa ricerca si manifesta soprattutto nella scelta dei viaggi, oltre che in nuove abitudini quotidiane, e il trend del silent travel si fa sempre più strada. Questa è una forma di viaggio più consapevole, che rilassa immediatamente e che non ha bisogno dei classici giorni per “riprendersi dalla vacanza” a cui siamo abituati. Il silent travel, secondo gli studi di settore, è il trend del 2024 e a sceglierlo sono soprattutto le generazioni più giovani, che sempre più si stanno distaccando dal modello di produttività a tutti i costi dei genitori.

Silent travel

Silent travel
Silent travel – Ttiviaggi.it

Il silent travel si traduce nella realtà con l’aumento delle prenotazioni nei centri benessere e in quelle località dove c’è silenzio, dove il telefono prende poco e dove la città si trova a chilometri e chilometri di distanza. Aumentano anche gli itinerari escursionistici e i pacchetti all-inclusive di digital detox che hanno tra le “regole” proprio quella di abbandonare i dispositivi elettronici. Questo tipo di viaggio ha tantissimi benefici sulla nostra salute e sul benessere mentale, perchè allontana dai rumori, che sono in grado di irritare, creare disturbi del sonno, aumentare l’ansia e sovraccaricare il sistema cardiovascolare e metabolico.

Il silenzio invece abbassa la pressione sanguigna, migliora la concentrazione e l’attenzione, stimola la creatività, migliora l’insonnia e incoraggia la neurogenesi, ossia la nascita e la crescita di nuovi neuroni. Infine, il silent travel rappresenta il futuro anche in termini di sostenibilità, perchè spesso ha a che fare con la natura e con la riconnessione ad essa, e di conseguenza richiede una maggiore attenzione. Nell’ambito di un viaggio silenzioso infatti non mancano le silent walk, il digital detox, il forest bathing e la meditazione. Tu conoscevi già questo nuovo modo di viaggiare, del tutto distaccato dai modelli di viaggio degli ultimi decenni?

Impostazioni privacy