Sembra di stare su Marte, un’escursione che rimane impressa nella mente per sempre: benvenuti in Arizona

L’Arizona non è tra i luoghi più gettonati quando si pensa agli USA eppure racchiude bellezze veramente molto particolari.

Per chi ama la natura, i grandi parchi ma anche i luoghi fuori dall’ordinario che possano regalare qualcosa di stupefacente, l’Arizona sicuramente riuscirà a lasciarvi senza parole. Speciale, incredibile e unica, una meta che vale la pena scoprire.

Arizona Marte escursione
Un’escursione imperdibile (ttiviaggi.it)

Tra tutte però c’è un’escursione che bisogna organizzare quando si visita questo Stato Usa ed è sicuramente il Vermilion Cliffs e il Paria Canyon. Passeggiare in questi luoghi richiama alla mente immediatamente Marte, sembra veramente di essere su un altro pianeta.

L’escursione da fare in Arizona almeno una volta nella vita

Ovviamente tutta l’Arizona è bellissima quindi è possibile optare per un tour completo. Questa però è una tappa imperdibile, quindi una di quelle che sicuramente bisogna inserire nel proprio calendario perché è molto rappresentativa dello stile e anche dell’unicità del territorio.

marte arizona
Sembra di essere su Marte invece è l’Arizona (ttiviaggi.it)

Un tesoro vero e proprio che si trova tra Utah e Arizona, un’area naturale immensa, che viene definita come scarpata desertica. Ci sono come degli scalini veri e propri su cui camminare ma sono giganti. Qui è possibile notare delle grotte nella roccia, gallerie segrete, pendii che vanno a picco. Tra le cose più spettacolari c’è il Paria, un museo naturale vero e proprio che combina questi aspetti tipicamente desertici come le pareti rocciose rosse, ad altri tipicamente verdeggianti. Fare una passeggiata qui sicuramente è da togliere il fiato perché è qualcosa di molto differente da quanto si può ammirare negli scenari Europei. È qualcosa di totalmente slegato da ciò che siamo abituati a vedere. Per entrare nel Paria Canyon serve il permesso, bisogna quindi fare domanda. Sono ammessi gruppi di massimo 20 persone alla volta.

Le scogliere sono di circa 900 metri, i canyon sono enormi e si stagliano letteralmente al centro della natura, così all’improvviso. In alcuni sedimenti ci sono anche tracce del passato quindi in questo punto è racchiusa anche tanta storia, non solo una natura fuori dagli schemi. Quando ci sono molti escursionisti a fare domanda c’è un sistema di lotteria. Quindi per determinare chi può entrare si procede con un’estrazione temporanea al momento. Alcune parti del canyon vanno incontro a inondazioni improvvise, questo può provocare problemi e quindi limitazioni.

Tutte queste informazioni vengono chiaramente fornite al momento della prenotazione, per questo non si arriva mai sul posto inutilmente. Un tentativo che vale sempre la pena fare, anche quando bisogna attendere l’esito della lotteria, perché è da togliere il fiato.

Impostazioni privacy