In una città è vietato morire, nelle altre 4 succedono cose strane

Ogni luogo ha le sue tradizioni, con usi e costumi a volte insoliti, ma alcune città battono ogni immaginazione

Bambino africano
Bambino africano – ttiviaggi.it

Viaggiare ed esplorare il mondo è bello perché ci permette di scoprire luoghi e aneddoti davvero unici.

Le 5 mete più particolari

Le emozioni che ci vengono trasmesse passeggiando per i luoghi sconosciuti, vanno vissute sulla propria pelle. Non tutti però possono permettersi di fare un viaggio o di andare all’avventura in luoghi insoliti. Per questo motivo, ci sono io che vi racconto cose strane dal mondo.

Villaggio berbero di Matmata

In un villaggio a ridosso del deserto del Sahara, nella parte della Tunisia, troviamo delle case davvero insolite. Come un camaleonte che prende la colorazione e i toni del luogo in cui si trova, così fa questo villaggio. Le abitazioni infatti, sono scavate sotto una collina e sono davvero rudimentali. Per non parlare del colore del villaggio, che si mimetizza perfettamente con la collina dietro. Un luogo così particolare, che è stato usato come set della saga di Guerre Stellari.

Svalbard Norvegia
Svalbard Norvegia – ttiviaggi.it

Yanjin

Tra ripide montagne e un fiume chiamato Nanxi, si trova Yanjin, una città cinese considerata la più stretta del mondo. Anche il paesaggio che la circonda è molto soffocante e a causa della difficoltà nel raggiungerla, non è molto visitata dai turisti. Le case sono costruite in palazzi imponenti di cemento che servono per evitare allagamenti a causa delle inondazioni del fiume.

Ganvie

Anche in Africa c’è una sorta di “Venezia“: ci troviamo nel Benin, il villaggio patrimonio Unesco costruito con le canne di bambù su delle palafitte. Il mezzo di trasporto utilizzato dagli abitanti è la canoa, unico modo per spostarsi da una parte all’altra del lago.

Longyearbyen

Questa cittadina delle Isole Svalbard, in Norvegia, non permette agli abitanti di morire. A causa del suo clima estremamente rigido e delle notti polari che durano ben 4 mesi, i corpi dei defunti non riescono a decomporsi. È stato per questo motivo, vietato morire in questa città. Chi è in procinto di morte, deve essere spostato in un altra città e chi purtroppo è morto improvvisamente, deve comunque essere spostato.

Elista

Sei per caso un fan degli scacchi? Allora questa è la città giusta per te! Ci troviamo in Russia e questa cittadina, più che sembrare tale, sembra un parco divertimento. L’idealizzazione che si trova dietro la sua costruzione è davvero pazzesca: Kirsan Ilyumzhinov afferma di esser stato rapito dagli alieni, che lo hanno costretto a far appassionare tutti sulla terra agli scacchi.

Impostazioni privacy