Montagna 2.0 , l’incredibile progetto dell’Arabia Saudita nel deserto: quando sarà pronto

L’Arabia Saudita ha in mente l’ennesimo imponente e incredibile progetto: una montagna innevata con stazione da sci in pieno deserto.

Direttamente dal Medio Oriente arriva un progetto tutto nuovo dall’ambiziosità unica, come spesso è successo nei ricchissimi progetti dell’Arabia Saudita: una città di montagna futuristica e ad emissioni zero, la perfetta meta invernale per le vacanze dei più ricchi. Si chiamerà Trojena e sorgerà entro 6 anni sulle vette di Neom, in Arabia Saudita. Si tratta di una montagna di oltre duemila metri, dove il paese dovrebbe ospitare i prossimi Giochi Olimpici Asiatici nel 2029.

Trojena, la città di montagna nel deserto dell'Arabia Saudita
Il progetto ambizioso dell’Arabia Saudita (Screenshot Youtube @NEOM)

Per il progetto sono già stati investiti 500 miliardi di dollari, che se tutto andrà bene ritorneranno in poco tempo nelle tasche degli investitori. Trojena dovrebbe infatti diventare una vera e propria attrazione turistica, come succede per le più famose Courmayer, St. Moritze Aspen. La città futuristica sarà la meta invernale soprattutto per gli abitanti di Neom, la smart city la cui costruzione è già iniziata nel 2021. Secondo la visione del principe ereditario Mohammed bin Salman, la città di Neom e le sue vette, location di Trojena, dovrebbero essere edificate a 50 chilometri dalla costa del Golfo di Aqaba. Un’impresa alquanto ambiziosa, dato che tutto (montagne comprese) dovranno essere create da zero.

Trojena, la città di montagna nel deserto dell’Arabia Saudita

Neom promette tutti i comfort ed il lusso, ad emissioni zero, con vette alte tra i 1.500 e i 2.600 metri, con un estensione di circa 50 chilometri quadrati. Nonostante il cantiere sia attualmente aperto, l’idea ha già colpito il comitato dei giochi invernali asiatici, che vuole sceglierla come sede per i giochi del 2029. Nonostante i buoni propositi c’è chi è contrario alla nascita di questa nuova smart city completamente artificiale. Greenpeace si è già attivata, protestando sulla reale ecosostenibilità di un progetto su così larga scala, invitando a riflettere anche sull’impatto che il cantiere avrà sull’ecosistema naturale locale.

Trojena, la città di montagna nel deserto dell'Arabia Saudita
Trojena è la prima città montana interamente artificiale (Screenshot Youtube @NEOM)

Intanto i lavori continuano spediti per la costruzione di Neom, che sarà divisa in tre aree: Oxagon (la città industriale), The Line (la riserva naturale) e Trojena (la zona montuosa). La sola Trojena sarà composta da sei distretti, tutti con tipologie di clima e temperature differenti che andranno a simulare le quattro stagioni. Così tutti saranno accontentati: la zona invernale sarà dedicata agli sport di montagna come sci e snowboard, la zona autunnale ospiterà eventi culturali e culinari, le zone primaverili ed estive saranno dedicate alle attività sportive come yoga, scalata e trekking.

Impostazioni privacy