Questa meta poco esplorata piace sempre di più agli italiani: ricco patrimonio culturale

Questa destinazione poco esplorata sta conquistando sempre più il cuore degli italiani grazie al suo ricco patrimonio culturale, divenendo sempre più ambìta per le sue meraviglie storiche e culturali.

Meta poco esplorata
Meta poco esplorata

L’Armenia, una gemma nascosta tra le montagne del Caucaso meridionale, sta guadagnando sempre più popolarità tra gli italiani in cerca di destinazioni autentiche e poco affollate. Con voli diretti da Milano Malpensa, Roma Fiumicino e Venezia Marco Polo, oltre a pratici collegamenti tramite gli hub europei, l’accessibilità è uno dei motivi principali di questo crescente interesse.

La meta poco esplorata

Il piccolo paese, ricco di altipiani e vallate spettacolari che si aprono tra maestose montagne, offre non solo paesaggi mozzafiato ma anche una storia culturale millenaria. La civiltà armena, con i suoi tremila anni di storia, ha adottato il Cristianesimo come religione di stato nel 301, rendendo l’Armenia il primo paese al mondo a farlo.

I visitatori possono esplorare maestosi monasteri medievali arroccati sulle cime delle montagne, aree archeologiche, monumenti, musei e gallerie che raccontano epoche diverse della cultura armena. I simboli della storia degli armeni, come i khachkar, le croci di pietra finemente scolpite, testimoniano la forza della loro identità culturale. Il Matenadaran, l’Istituto dei manoscritti, conserva un patrimonio inestimabile con oltre 17.000 manoscritti e libri antichi in armeno e altre lingue.

Armenia
Armenia

Culinaria armena e avventura nella natura

La tradizione enogastronomica dell’Armenia è un altro elemento che rende irresistibile questa destinazione. Radicata nella storia, offre prelibatezze come il pane lavash, riconosciuto come Patrimonio Culturale Immateriale dall’Unesco, i tolma, involtini di foglie di vite, e dolci come il gata, semplici ma squisiti. L’enoturismo è un importante richiamo, con l’Armenia che ospiterà l’ottava Conferenza mondiale sul turismo del vino UNWTO. La caverna Areni-1, dove è stato ritrovato il sistema di produzione del vino più antico del mondo, offre un’esperienza unica per gli amanti del buon vino.

Per gli amanti della natura e delle attività all’aria aperta, l’Armenia offre un ventaglio di possibilità, dall’escursionismo al trekking. Coloro che cercano un’esperienza più avventurosa possono provare il rafting sul fiume Debed, lo stand-up paddle nel lago artificiale di Azat, il diving nel Lago Sevan, la zipline, il parapendio, l’arrampicata e il canyoning in scenari spettacolari. Eventi come la Yerevan Marathon offrono l’opportunità di immergersi nelle vie della capitale.

E per coloro che desiderano vivere un’esperienza unica in inverno, le stazioni sciistiche come Tsaghkadzor e il nuovo resort sciistico a Yeghipatrush offrono moderni impianti e panorami mozzafiato a breve distanza da Yerevan. Il -46 °C Winter Festival ad Amasia, con attività come snowboard, tubing sui gommoni, snowkiting e sci, promette non solo avventura ma anche divertimento e buon cibo.

Impostazioni privacy