Problemi di sonno? Questa pratica scozzese ti aiuta a dormire benissimo, crollerai come un bimbo

Sempre più persone sperimentano problemi di sonno. Che sia per stress o per motivi organici, una pratica scozzese può aiutarci.

Non riuscire a dormire
Non riuscire a dormire – Ttiviaggi.it

Come risolvere i problemi di sonnoL’Hurkle-durkle, un’antica usanza di origine scozzese che sta guadagnando popolarità tra i giovani di tutto il mondo grazie alla sua recente viralità su TikTok, rivela una profonda radice storica che risale al XIX secolo. Questo fenomeno, riportato alla ribalta dal “Dizionario etimologico della lingua scozzese” compilato da John Jamieson nel 1808, descrive il piacere di trattenersi nel caldo abbraccio del letto oltre l’orario convenzionale di alzarsi, sfidando la responsabilità quotidiana.

Come risolvere i problemi di sonno con l’ Hurkle-durkle

L’espressione “Hurkle-durkle”, derivata dall’azione di “hurkle” che significa accovacciarsi, suggerisce un atteggiamento di protezione e comfort contro il freddo, evocando l’immagine di un’indulgenza mattutina particolarmente accogliente, soprattutto durante i rigidi inverni scozzesi. Questa pratica, che originariamente era associata alla pigrizia mattutina, sta ora assumendo una nuova connotazione tra i giovani che trovano nel rallentare il ritmo una forma di auto-curare e riduzione dello stress e di conseguenza dormire meglio

TikTok, il social noto per la condivisione video, ha svolto un ruolo cruciale nel promuovere l’Hurkle-durkle, con migliaia di video che mostrano persone che preferiscono rimanere sotto le coperte piuttosto che affrontare le richieste del giorno. Questo fenomeno, alimentato dalla generazione dei nativi digitali, riflette una crescente tendenza a esplorare pratiche di auto-curare e a ritrovare la gioia nelle piccole indulgenze quotidiane.

Tuttavia, è importante distinguere l’Hurkle-durkle da un’altra pratica simile ma con sfumature diverse, nota come “bed rotting”.

Rimanere a letto
Rimanere a letto

Mentre il bed rotting implica una giornata intera trascorsa a letto, immersi nei social media, serie TV e cibo spazzatura, l’Hurkle-durkle si limita a poche ore nella tranquillità del mattino. Questa differenza sottolinea la natura temporanea e ritualistica dell’Hurkle-durkle, contrapposta alla passività prolungata del bed rotting.

L’importanza di rallentare

In un’epoca in cui il mondo è sempre più veloce e stressante, l’Hurkle-durkle emerge come un piccolo atto di ribellione tranquilla, un momento di indulgenza personale per contrastare la frenesia quotidiana. Pur mantenendo le sue radici nell’antica tradizione scozzese, questo fenomeno ha assunto una nuova rilevanza nella cultura contemporanea, offrendo un rituale di auto-curare e una pausa benvenuta dalla costante marcia del progresso.

Attraverso l’Hurkle-durkle, i giovani esplorano nuove forme di benessere e resistenza contro le pressioni della vita moderna, riscoprendo il valore del riposo e della tranquillità in un mondo sempre più frenetico e tecnologicamente orientato.

Impostazioni privacy