Uno dei luoghi più suggestivi in Italia, dal valore immenso: assolutamente imperdibile

Uno dei luoghi più suggestivi in Italia, dal valore immenso e dalla bellezza straordinaria, assolutamente da non perdere. Scopriamo di quale si tratta.

Uno dei luoghi più suggestivi d'Italia
Uno dei luoghi più suggestivi d’Italia – Copyright: Copyright (c) 2022 Michele Ponzio

Uno dei luoghi più stupefacenti della Sicilia è il Parco Archeologico Neapolis di Siracusa. Situato sul colle Temenite, questo parco custodisce le testimonianze più preziose dell’antica Siracusa, greca e romana.

Neapolis, oggi un’oasi protetta, simboleggia l’espansione della città durante il regno del tiranno Gelone. Camminare attraverso questo ambiente naturale straordinario offre un’esperienza unica, proprio dove Eschilo ha presentato le sue opere immortali 2500 anni fa.

Uno dei luoghi più suggestivi d’Italia

Il Parco Archeologico Neapolis offre l’opportunità di esplorare da vicino la storia millenaria di Siracusa. È come un museo all’aperto, con tesori unici al mondo.

Zona archeologica di Siracusa
Zona archeologica di Siracusa

Vediamo quali sono le sue meraviglie:

  1. Anfiteatro Romano: il primo monumento che si incontra entrando nel parco è l’Anfiteatro Romano, probabilmente costruito durante l’epoca di Augusto ed è il più grande dell’isola. Pur essendo di origine romana, si trova in un contesto prevalentemente greco. È ben conservata la parte dell’arena dove si svolgevano i combattimenti dei gladiatori, così come la cavea ellittica su tre livelli.
  2. Ara di Ierone II: questo è il più imponente altare del mondo greco, commissionato da Ierone II, l’ultimo tiranno di Siracusa, e dedicato a Zeus Eleutherios, il “liberatore”. Era lungo quasi 200 metri e largo oltre 20. Oggi, rimane solo la parte scavata nella roccia. Si racconta che durante le celebrazioni per la sconfitta del tiranno Trasibulo, fossero sacrificati ben 450 animali sull’altare. I sacrifici avvenivano su un piano rialzato, raggiungibile attraverso due rampe.
  3. Teatro Greco e il panorama mozzafiato: costruito per volere di Gelone dall’architetto Damokopos, è uno dei monumenti più famosi del Parco di Neapolis e uno dei teatri più importanti del Mondo Antico. Può ospitare circa 12.000-14.000 spettatori. Scavato nella roccia del Temenite, presenta una grande cavea con 67 ordini di gradini e iscrizioni in greco lungo il corridoio che onorano Zeus Olimpio. Risalendo la collina, si può ammirare il panorama, con il ninfeo alle spalle e varie grotte utilizzate come tombe durante il periodo cristiano.
  4. Latomìa del paradiso e la sua bellezza naturale: questa latomia è come un “giardino paradisiaco” ricco di vegetazione, che si fonde armoniosamente con i resti archeologici. Tra le grotte artificiali presenti, la più famosa è l’Orecchio di Dioniso, una caverna alta 23 metri con una forma a “s”. L’eco all’interno è notevole, tanto che si diceva che il tiranno Dioniso potesse ascoltare le conversazioni dei prigionieri dall’esterno.

Informazioni pratiche sul Parco di Neapolis

Il Parco di Neapolis è aperto tutti i giorni dalle 8:30 alle 15:30, con orari prolungati fino alle 16:45 nei giorni festivi. Per eventuali modifiche agli orari, è consigliabile consultare il sito web. Il costo del biglietto d’ingresso è di 16,50 euro per gli adulti, 9,75 euro per i giovani dai 18 ai 25 anni, mentre è gratuito per i minori. Il Parco offre servizi come audioguide, visite guidate, un bookshop, ristoranti e caffetterie, nonché un punto informazioni.

Impostazioni privacy